IC di Fara Gera D'Adda

Secondaria Canonica

Print Friendly, PDF & Email

secondariacanonica

 

Secondaria Canonica

Via Torino 2, 24040 Canonica d’Adda

Tel. 02/9094398
E-mail:  secondaria.canonica@icfara.edu.it

Responsabile di plesso: Iacobacci Maria Teresa

 


Ultime notizie
 

Si comunica che a partire dal 6 Marzo 2019 inizierà il corso relativo alla “Digitalizzazione delle prove Invalsi”, secondo il calendario di seguito riportato.

Prof Salamone 

GIORNO CLASSE ORARIO
6 MARZO 3^A 14:30/16:30
7 MARZO 3^B 14:30/16:30
13 MARZO 3^ A 14:30/16:30
14 MARZO 3^B 14:30/16:30
20 MARZO 3^ A 14:30/16:30
21 MARZO 3^B 14:30/16:30

Si pubblica il link relativo alla giornata del FAI a Canonica d’Adda https://www.bergamotv.it/bgtv/gente-e-paesi/gente-e-paesi-175/SI_91306/

Gli alunni delle classi terze della Scuola Secondaria di Canonica d’Adda saranno gli  ” Apprendisti Ciceroni” ed accompagneranno i gruppi organizzati dal F.A.I nelle visite al loro paese. Il tema delle lezioni sarà l’acqua.

 

Consigli di classe

 I RISULTATI DELLE ELEZIONI DEI GENITORI RAPPRESENTANTI DEI CONSIGLI DI CLASSE PER L’ANNO SCOLASTICO 2018-19

Personale

 

Ricevimento

 

Attività

LA CITTA’ E LA PIETRA NERA

Gli alunni delle classi seconde della scuola Secondaria di 1°grado di Canonica d’Adda presentano lo spettacolo:LA CITTA’ E LA PIETRA NERA

 

C.C.R. Scuola Secondaria di Canonica d’Adda

IL FILMATO DELLA SEDUTA CONSILIARE

Seduta Consiglio Comunale dei Ragazzi di Canonica d’Adda 07/03/2019

Giovedì 07/03/2019, presso la sala consiliare del comune di Canonica d’Adda, si è tenuta una seduta particolarmente vivace del Consiglio Comunale dei Ragazzi.

Tra i vari punti all’ordine del giorno spiccavano per importanza i primi due: presentazione dei nuovi consiglieri eletti nelle due classi prime ed elezione del Sindaco del C.C.R.

I neo consiglieri della classe 1A,  Ruggeri Tommaso e Cuda Leonardo,  hanno presentato l’emblema della loro classe centrato sulla lotta al bullismo. Tra le proposte, la più significativa è stata quella relativa alla donazione volontaria di libri alla scuola da parte dei ragazzi.

L’emblema della classe 1B, presentato da Quadri Leonardo e Haufad Fatima, era centrato sull’importanza e sulla bellezza dello star bene a scuola; tra le proposte, invece, particolarmente sentita è stata quella di organizzare iniziative contro il razzismo.

L’elezione del Sindaco dei Ragazzi ha visto la candidatura di tre ragazzi: Manaresi Matilda, Ruggeri Tommaso e Galli Valerio. Dopo i loro appassionati e coinvolgenti discorsi si è passati alla votazione: Galli Valerio è stato eletto Sindaco.

La serietà e la preparazione dei consiglieri, unita alla loro diponibilità a mettersi in gioco e a disposizione degli altri sono un esempio di cittadinanza attiva che ci riempie di speranza.

Congratulazioni ragazzi e soprattutto…buon lavoro.

 

 

 

 

Perché il teatro? 

Partecipare a uno spettacolo dal vivo rappresenta un’occasione unica e irripetibile per vivere un’avventura alla scoperta della lingua: un’ora e mezza di completa immersione in una cultura straniera, un viaggio all’estero ma non troppo lontani da casa. Inoltre l’esperienza collettiva in uno spazio pubblico contribuisce a creare nei giovani il rispetto necessario per una pacifica convivenza con gli altri.
Noi pensiamo che tutti questi elementi siano estremamente formativi per costruire l’identità dei cittadini di domani perché ciò che si apprende vivendo delle forti emozioni non si dimentica mai.

                      Nelle immagini, i nostri ragazzi in posa con gli attori, dopo lo spettacolo.

                                 

 

                                   

 

Destinatario Sconosciuto

Spettacolo della compagnia “Teatro del Vento”

dedicato alla Giornata della Memoria

con Andrea Bonfanti e Federico Nava

adattamento di Lando Francini

dal racconto di Katherine Kressmann Taylor

Lo spettacolo è stato offerto agli alunni della Scuola Secondaria “Don Bosco” 

dall’Amministrazione Comunale di Canonica D’Adda in collaborazione con

Il Sistema Bibliotecario della Bassa Bergamasca.

TRAMA DELLO SPETTACOLO

1932 California, Martin e Max grandi amici e soci in affari condividono

ottimi guadagni, la passione per l’arte e il gusto della tavola.

Martin torna in Germania e così si scambiano lettere in cui non solo si

raccontano le loro vicende private, ma commentano anche le persecuzioni

che attraversano l’Europa.

Quando in Germania Hitler consolida il suo potere tra i due si scava un solco

di incomprensione, sempre più profondo, finché il rifiuto di Martin di aiutare la

sorella dell’amico perseguitata dalla Gestapo, porta Max ad escogitare uno

stratagemma che distruggerà la vita di Martin.

Un incalzante racconto a due voci che ha offerto ai ragazzi la possibilità di

cogliere diversi aspetti delle vicende di settanta anni fa.

Basato su uno scambio di lettere, questo testo ha permesso di approfondire

la riflessione sull’uso della parola scritta che sms e internet hanno portato

drammaticamente in primo piano a causa di innumerevoli episodi di discriminazione tra ragazzi.